Pulpite, come viene

Pulpite




La pulpite è un’infiammazione a carico della polpa dentaria che è la parte  più interna del dente dove ci sono terminazioni nervose, arteriose, venule e odontoblasti. Uno dei sintomi della pulpite è il dolore e quindi il mal di denti, intenso e pulsante, che può essere persistente o intermittente. Ricordate che un controllo dal dentista in questi casi è consigliato.

Il mal di denti non localizzato

Il mal di denti però non è localizzato, tanto che il paziente non riesce ad indicare da dove arrivi.

Ha origine come conseguenza di una carie dentaria oppure per traumi ai denti (parodontite o piorrea, interventi dentari invasivi, bruxismo, malocclusioni dentarie, masticazione scorretta) o scarsa igiene orale.




Il dolore ha intensità variabile ma si accentua con il caldo o freddo oppure quando si mangiano cibi dolci o zuccherati e quando si mastica.

Nelle prime fasi della malattia non c’è dolore e per questo è bene fare dei controlli annuali dal dentista per diagnosticare precocemente eventuali disturbi dentali, curando preventivamente prima che il dolore diventi insopportabile.

In base al grado d’infiammazione

In base al grado d’infiammazione e alla profondità della lesione pulpare, si distinguono due forme di pulpite:

  • pulpite reversibile che è un’infiammazione moderata della polpa dentaria che, se trattata precocemente ed in modo opportuno, può guarire. Il dolore che caratterizza la pulpite reversibile viene accentuato dal caldo o dal freddo, dalla masticazione o dai cibi zuccherini e scompare subito dopo lo stimolo. Il consiglio è quello di sospendere il consumo di questi cibi e recarsi dal dentista per risolvere il problema
  • pulpite irreversibile che si manifesta quando la pulpite reversibile non viene curata per tempo. La forma irreversibile si caratterizza per un’infiammazione pulpare grave accompagnata da un processo degenerativo che porta alla necrosi della polpa dentale. Infatti una pulpite non curata può portare ad ascesso, parodontite, granuloma o cisti. Uno dei sintomi che può permanente anche dopo la rimozione degli stimoli (masticazione, consumo di cibi freddi o zuccherini) è il mal di testa.



Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.