Acidità di stomaco, prima di tutto dieta e stile di vita sano    

Acidità




L’acidità e il mal di stomaco sono un disturbo molto fastidioso che può presentarsi soprattutto dopo pasti abbondanti o quando si consumano degli alimenti che la stimolano. Ci sono diverse cattive abitudini legate alla dieta, al cosa e a come si mangia e allo stile di vita che possono condurre all’acidità di stomaco.

Il cibo può infatti migliorare o peggiorare notevolmente i sintomi.

Quindi prima di tutto bisogna puntare su una dieta più incentrata sulle fibre che aiutano ad eliminare le tossine e a migliorare la salute dell’apparato digerente.

Si possono consumare:

  • carne magra
  • pesce magro
  • cereali, cereali integrali, avena, crusca
  • carote, patate, finocchi, carciofi, cavoli, cavolfiori, broccoli
  • riso e pasta
  • legumi
  • olio d’oliva come condimento

Meglio evitare invece alcuni cibi che accentuano il problema:

  • carne rossa
  • salumi
  • frittura
  • piatti troppo elaborati o sottoposti a lunghe cotture
  • latte e derivati
  • formaggi grassi
  • spezie piccanti
  • cipolla e aglio
  • pomodori
  • arance e succo d’arancia
  • cioccolata e cacao
  • frutta secca
  • burro e margarina
  • alcol, vino, caffè, tè

Prediligere anche i giusti abbinamenti fra i vari cibi:

  • mai abbinare diverse fonti proteiche nello stesso pasto (ad esempio carne con pesce, latticini con uova e così via)
  • evitare di abbinare nello stesso pasto i carboidrati complessi come pasta, patate o riso alle proteine
  • abbinamenti che si possono fare sono carboidrati-verdure e proteine-verdure.

Per quanto riguarda lo stile di vita sano, è stato riscontrato che il disturbo sorge anche in chi è abituato a coricarsi subito dopo aver mangiato.

Altri consigli sono:

  • evitare lunghi digiuni o grandi abbuffate
  • consumare pietanze facili da dirigere
  • non consumare la frutta dopo i pasti principali
  • evitare bevande gassate o troppo calde o troppo fredde
  • masticare ogni boccone
  • anticipare l’orario della cena e aspettare due o tre ore prima di coricarsi
  • fare attività fisica ma non dopo aver mangiato



Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.