Reflusso, perché viene?

Reflusso




Il reflusso gastroesofageo si verifica quando i succhi gastrici vengono in contatto con la parete dell’esofago, provocando bruciore dietro lo sterno e risalita di acido dallo stomaco.

Questo si verifica soprattutto dopo aver mangiato ma se gli episodi continuano anche in altre circostanze, o sono più lunghi, si tratterà di una vera e propria malattia.

I sintomi del reflusso gastroesofageo sono: bruciore retrosternale, ossia dietro il petto, e rigurgito acido in bocca.

Ma perché viene il reflusso?

Le cause del reflusso gastroesofageo sono legate soprattutto a stili di vita e abitudini alimentari scorrette come:




  • assunzione di alimenti grassi e fritti
  • coricarsi dopo aver consumato pasti abbondanti
  • uso eccessivo di bevande alcoliche
  • situazioni di stress emotivo intenso
  • assunzione di alcuni farmaci (antidolorifici, antistaminici, calcio-antagonisti e altri)

Può essere causato anche da fattori anatomici o funzionali come:

  • chiusura incompleta dello sfintere esofageo
  • ernia iatale
  • secrezione gastrica eccessiva
  • prolungato ristagno di cibo nello stomaco
  • familiarità

Dunque si può prevenire il reflusso modificando il proprio stile di vita, l’alimentazione e come si mangia, evitando cattive abitudini.

Ad esempio, tenendo sotto controllo il peso, preferendo una dieta equilibrata evitando cibi grassi (come cioccolata, menta, caffè, alcolici, pomodoro, agrumi, cibi fritti), non coricarsi subito dopo aver mangiato, non fumare, non bere bevande gassate o alcoliche, evitare situazioni stressanti e di assumere alcuni farmaci (se non strettamente necessario) e così via.

Inoltre, ci sono una serie di alimenti che è invece consigliato consumare proprio per chi soffre di questo disturbo come:

  • alimenti magri e ricchi di proteine (carne bianca, uova, pesce, frutti di mare)
  • verdura fresca, a ridotto contenuto di grassi e zuccheri
  • cereali integrali a basso contenuto di grassi perché ricchi di fibre
  • frutta povera di acido citrico (i meloni, le pere, le mele, le banane e i frutti di bosco).



Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.