Shock anafilattico, cosa fare quando succede

Shock




Lo shock anafilattico o anafilassi è una reazione allergica grave e pericolosa  che può essere anche fatale. Inizia all’improvviso e peggiora molto rapidamente: può verificarsi dopo pochi secondi o minuti di esposizione a qualcosa a cui si è allergici come, ad esempio, un particolare alimento o il veleno di un insetto.

Infatti, di solito i fattori scatenanti più comuni rientrano nelle categorie alimenti, farmaci, veleno di insetti o lattice.

Cosa fare quando succede?

È necessario un intervento medico rapidissimo proprio perché quando si manifesta, il sistema immunitario rilascia una serie di sostanze chimiche che provocano un abbassamento improvviso della pressione sanguigna e una restrizione delle vie respiratorie con il blocco della respirazione.




Dei sintomi che possono comparire in caso di shock anafilattico sono:

  • battito cardiaco rapido e debole
  • orticaria
  • nausea e vomito

Quindi sarà necessaria un’iniezione di adrenalina e un intervento di pronto soccorso. La prima cosa da fare, dunque, è chiamare il 118 (o un’ambulanza) oppure recarsi al Pronto Soccorso.

Se lo shock anafilattico non viene trattato immediatamente, può essere mortale.

Nell’attesa dei soccorsi, distendere la persona con la pancia in alto (supina), a meno che non sia in stato di incoscienza, in stato di gravidanza o con difficoltà respiratorie.

Rimuovere, se possibile, con attenzione qualsiasi causa scatenante (ad esempio il pungiglione di un’ape). Usare un auto-iniettore di adrenalina, se disponibile e si è in grado di usarlo correttamente e somministrare un’altra iniezione di adrenalina dopo 5-15 minuti.

Questo dispositivo consiste di una siringa (combinata a un ago nascosto) che inietta una singola dose di farmaco quando viene premuto contro la coscia.

È consigliabile che la persona che sa di avere una determina allergia, porti sempre dietro questo dispositivo così da poterlo utilizzare da solo in caso di emergenza (oppure che possa utilizzarlo un’altra persona per salvargli la vita).



Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.