Antistaminico, a che cosa serve?

Antistaminico




Gli antistaminici sono dei farmaci utilizzati per trattare diverse patologie, spesso legate alle allergie o ad esempio il raffreddore da fieno. Ma quali sono gli usi più frequenti?

  • sintomi delle diverse tipologie di allergie (agli acari della polvere; febbre da fieno o rinite allergica; alimentari)
  • orticaria
  • congiuntivite
  • reazioni alle punture di insetti
  • mal d’auto
  • come cura per le persone che soffrono di insonnia

Usati speso nelle allergie

Però, vengono impiegati soprattutto durante la bella stagione quando si inizia a soffrire principalmente di allergie (ai pollini, agli insetti o alla polvere).

Il meccanismo d’azione di questi farmaci si basa sul blocco dell’istamina, la sostanza rilasciata dalle cellule del sistema immunitario quando l’organismo entra in contatto con l’allergene nei confronti dei quali è ipersensibile.

È proprio l’istamina che scatena i sintomi tipici delle reazioni allergiche: gonfiore dei tessuti del naso, aumento della lacrimazione degli occhi, pruriti e, a volte, anche eruzioni cutanee.




Gli antistaminici possono essere utilizzati sotto forma di compresse, capsule, soluzioni, spray nasale, collirio e crema. In alcuni casi si tratta di farmaci da banco acquistabili senza obbligo di ricetta medica, altre volte è invece necessaria.

È comunque consigliato chiedere sempre consulto al proprio medico o al farmacista se si pensa di avere a che fare con i sintomi di un’allergia, in modo da acquistare il farmaco più adatto e avere indicazioni su tempi e modalità di assunzione.

Gli antistaminici di solito vengono classificati in due categorie principali:

  • di prima generazione, quelli che possono indurre rilassamento profondo e sonnolenza (la clorfenamina, l’idrossizina e la prometazina). Iniziano a fare effetto 15-30 minuti dopo l’assunzione e raggiungono l’efficacia massima in 1 o 2 ore. Hanno abbastanza effetti collaterali.
  • di seconda generazione (la cetirizina, la loratadina e la fexofenadina). Hanno un effetto prolungato che può raggiungere le 24 ore e possono quindi essere assunti anche solo una volta al giorno. Hanno meno effetti collaterali rispetto a quelli di prima generazione. Sono per questo preferiti maggiormente dai pazienti.



Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.