Perché dovresti provare un corso di mindfulness

mindfulness




Ormai da qualche anno si sente sempre più spesso parlare di mindfulness, in relazione a concetti come il benessere e la serenità psicologica e fisica. Ma che cosa si intende con questa parola?

Mindfulness è un termine inglese che significa letteralmente “consapevolezza” e indica la piena attenzione che dedichiamo a un momento o a un’azione. Si tratta dunque di uno stato mentale che comporta il raggiungimento della piena consapevolezza di se stessi e del momento presente in cui ci si trova: un “qui e ora” che dà la possibilità di vivere ogni istante in modo intenso, senza necessariamente focalizzarsi su uno scopo.

Ma in che modo la mindfulness può aiutarci nella vita quotidiana? Scopriamolo insieme in questo articolo.

Indice del'articolo




Come si pratica la mindfulness

Iniziamo dicendo quali modalità esistono per la pratica di questa disciplina. Ci sono palestre e centri specializzati che organizzano corsi e sessioni di meditazione, solitamente in gruppo. Per chi si avvicina alla mindfulness per la prima volta è consigliato fare sessioni brevi (circa dieci minuti), che potranno poi essere ampliate progressivamente.

In periodo di pandemia, come per tutti gli altri settori, si sono diffusi anche i corsi di mindfulness online, come quelli offerti da simonegatto.net, che permettono di scoprire questa disciplina senza muoversi da casa propria, ma sempre seguiti da istruttori specializzati che sapranno aiutare e consigliare i neofiti perché abbiano il miglior approccio possibile.

Alcuni offrono anche la possibilità di fare lezioni individuali, in modo che l’insegnamento sia totalmente personalizzato e il più possibile rispondente alle esigenze di ognuno.

Quali benefici comporta

Ora che abbiamo visto come ci si può avvicinare alla mindfulness, torniamo alla domanda iniziale: perché dovresti farlo?

Perché si tratta di una disciplina che si può rivelare estremamente utile nella vita di tutti i giorni: praticare la mindfulness può infatti aiutare a gestire lo stress e a controllare le emozioni negative che sperimentiamo nei vari contesti della nostra vita quotidiana. A scuola, a lavoro, in università oppure a casa, si presentano spesso delle situazioni che influiscono negativamente sul nostro umore e sul nostro benessere psicofisico, poiché generano reazioni di stress, rabbia o sensazione di impotenza. La mindfulness interviene portando a uno stato di piena consapevolezza non giudicante, che ci aiuta ad accettare il momento e le circostanze in cui ci troviamo, invece di giudicarci “colpevoli” dando origine a pensieri negativi che portano inevitabilmente a uno stato di malessere.

Oltre all’applicazione nella vita di tutti i giorni, la mindfulness può essere un ottimo strumento per supportare chi si trova in una situazione particolare che lo costringa a gestire una mole importante di stress e/o di sentimenti negativi. Può trattarsi di momenti della vita delicati come la gravidanza (durante tutto il suo corso, ma anche subito dopo il parto), oppure circostanze mediche come la fase di superamento di un trauma oppure l’insorgenza di una patologia condizionante: in questo caso, la mindfulness può fungere da supporto per le terapie mediche tradizionali andando a migliorare lo stato emotivo del paziente.



Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.