Mangiare Pizza e non mettere peso? È possibile

Mangiare Pizza




Grazie alla collaborazione tra una famosa pizzeria Napoletana ed una Nutrizionista attenta alle esigenze dei suoi pazienti, nasce oramai quasi un anno fa la “Pizza 42” l’unica pizza che se anche consumata più volte a settimana non fa salire l’ago sulla bilancia.

Ma come è possibile? Chiediamolo alla “inventrice” di questa magica ricetta

Buongiorno dott.ssa Radice, ci spiega in che cosa consiste questa famosa “pizza42” che oramai spopola sui social? 

Buonasera, dunque, la prima cosa che tengo a precisare è che questa pizza non è realizzata con farine alternative (ricche in proteine e povere in carboidrati) ma al contrario, è una vera pizza napoletana D.O.C. realizzata con gli stessi ingredienti della classica pizza che potete trovare in ogni locale del napoletano.

Dott.ssa ma allora come fa ad essere così leggera do poterla consumare tutti i giorni? 




Semplice, in collaborazione con la pizzeria Martucci del Vomero, ho deciso di realizzare quello che solo un paio d’anni prima era stato l’unico pasto di una dieta progettata per un mio paziente pizzaiolo.

Un attimo dott.ssa lei sta dicendo che ha dato ad un suo paziente una dieta con solo pizza? Ed è dimagrito?

Si esatto, all’epoca questo giovane paziente proprietario della pizzeria Vesuviana a Napoli, mi chiese di aiutarlo a perdere peso, ma mi spiegò che per lui era impossibile aderire ad un classico piano alimentare ipocalorico essendo il pizzaiolo della sua pizzeria e quindi passando l’intera giornata al forno…

Fu allora che pensai di “bilanciargli” la pizza, calcolando dapprima le calorie del panetto di pizza da loro utilizzato e dando poi al mio paziente la invece corretta pesata di panetto che avrebbe dovuto consumare sia a pranzo che a cena al posto della pasta e del pane ed abbinandolo con la giusta quota proteica e di grassi.

E fu così che il mio paziente riuscì a perdere in breve tempo circa 20 Kg!

Magnifico dott.ssa!

Eh si un sogno che si concretizza per tanti golosi…

Ma fu solo a distanza di qualche anno che parlando di questa pizza particolare al proprietario della pizzeria Martucci che decidemmo di realizzarla e di renderla fruibile a tutti coloro pur seguendo un regime dietetico ipocalorico vogliono poter consumare la pizza senza sensi di colpa

Dott.ssa ma questo significa che quando si è a dieta non si può consumare la pizza classica?

No assolutamento no, si può tranquillamente inserire in quasi tutti i piani alimentari, ma difficilmente si riesce ad inserirla più di una volta a settimana, mentre la pizza 42 può essere mangiata paradossalmente anche tutti i giorni

Tutti i giorni? Ma com’è possibile?

E’ possibile perché nella pizza 42 “lei” ci sono gli stessi carboidrati che potete trovare in un piatto di pasta di circa 55 gr , mentre nella versione “lui” ce ne sono il corrispettivo di circa 80 gr.

Inoltre viene aggiunta la giusta quota proteica (quella di media adatta ad una donna e ad un uomo medi) e l’olio viene servito a tavola in modo che il consumatore può misurarlo da solo.

Che meraviglia dott.ssa andrò sicuramente a provarla! Ma un ultima domanda, come mai il nome “pizza42”? Per la taglia 42?

In realtà la risposta è NI, il nome è venuto fuori in una chiacchierata con il proprietario della pizzeria Martucci ed il suo pizzaiolo, ed è stato proprio quest’ultimo  che cercando in rete si è accorto che nei sogni la “dieta di dimagrimento” corrisponde al numero 42. Lo abbiamo trovato tutti subito perfetto come nome, anche per l’assonanza con la famosa taglia 42, ed è così che nasce la PIZZA42.

Perfetto dott.ssa, direi che questa è una vera innovazione culinaria e spero che presto sia possibile trovarla in tutte le pizzerie di Napoli e non

Certo! Per il momento questa pizza è un’esclusiva, ma mai dire mai, vediamo se in futuro le cose andranno diversamente.

Grazie del suo tempo dott.ssa e della sua splendida idea

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Загрузка...

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.