La ASL RM F assume nuovo personale, andrà ad implementare il San Paolo e il Padre Pio




É di questi giorni la notizia che la Regione Lazio autorizza attraverso il Decreto del Commissario ad acta n. 303 del 2 luglio 2015, gli Istituti Fisioterapici Ospitalieri, l’I.N.M.I. “Lazzaro Spallanzani” e l’Azienda USL Roma F, ad assumere in deroga al blocco del turn over di personale sanitario a tempo pieno e indeterminato.

Questa importante novità in merito all’arrivo di nuovo personale andrà ad incrementare le risorse carenti dell’Azienda Sanitaria , in particolare i due Poli Ospedalieri Aziendali (San Paolo e Padre Pio) e la recente Casa della Salute di Ladispoli.

Dette assunzioni saranno possibili sia attraverso lo scorrimento di graduatoria mediante di concorso valida all’interno della Regione Lazio e solo in caso di infruttuoso scorrimento, sarà possibile indire un bando di mobilità nazionale, o ancora tramite un concorso pubblico, secondo le normative vigenti, di:

  • 1 Dirigente Medico di Anestesia e Rianimazione;
  • 1 Dirigente Medico di Chirurgia Generale;
  • 1 Dirigente Medico di Medicina e Chirurgia di Accettazione e Urgenza (Pronto Soccorso);
  • 1 Dirigente Medico di Oncologia.

Presidio di Bracciano:




  • 2 Dirigenti Medici di Chirurgia Generale;
  • 2 Dirigenti Medici di Ortopedia e Traumatologia;
  • 1 Dirigente Medico di Anestesia e Rianimazione 

Presidio di Civitavecchia:

  • 2 Collaboratori Professionali Sanitari – Ostetriche;

Casa della Salute – Comune di Ladispoli:

  • 2 Collaboratori Professionali Sanitari – Infermieri;
  • 2 O.S.S.

Nel caso specifico della ASL RM F, questa integrazione di nuove risorse ha significato importante, soprattutto per quanto riguardo l’Ospedale Padre Pio di Bracciano, il quale era a rischio chiusura e invece ora si trova avere il personale sanitario accresciuto, seppur, come tutta l’Azienda soffre ancora di alcune carenze..

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Загрузка...

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.