I benefici di una passeggiata in bicicletta

I benefici di una passeggiata in bicicletta




Pedalare, anche solo per divertimento, è un’attività piacevole, salutare, rilassante e presenta tantissimi benefici per bimbi, adulti e anziani.
È importante, però, scegliere la bici giusta, in particolare per la taglia: come gli abiti, infatti, anche le biciclette vanno
acquistate in base a peso e corporatura di chi le utilizza. Sul web, su e-shop specializzati come Bikester, si può trovare la
bici ideale per le proprie esigenze. Vediamo quali sono i vantaggi principali di passeggiare in bicicletta.

Pedalare allontana lo stress

La bicicletta tiene lontani stress e ansia, grazie al movimento fisico, all’ossigenazione di cuore e cervello, e può essere
un’utile alleata contro le forme di depressione, soprattutto se associata all’esposizione all’aria aperta.
Bastano 30 minuti di attività sportiva per permettere all’organismo di produrre le endorfine, gli ormoni della felicità.

La bici aiuta a dimagrire

Pedalare, sia al chiuso che all’aperto, è un‘attività aerobica, in cui si bruciano in media 500 calorie in 60 minuti.
In particolare per le donne e per chi è in sovrappeso quindi, la bici è lo sport ideale per dimagrire in modo piacevole, tonificando allo stesso tempo cosce, glutei e polpacci.




La bici fa bene al cuore

Non è necessario affrontare lunghe sessioni di pedalata per avere i primi benefici: studi clinici hanno dimostrato che
pedalare anche solo mezz’ora rinforza il cuore, rendendolo più resistente e proteggendolo dai rischi di disturbi cardiovascolari, a tutte le età.

La bici aumenta l’energia

Anche se può sembrare un paradosso, andare in bici in modo costante aiuta ad aumentare l’energia disponibile nell’organismo, perché abitua il corpo a sviluppare resistenza e flessibilità, permettendo di diminuire la sensazione di affaticamento in modo graduale.

La bici fa bene alle articolazioni

A differenza del running, in cui il peso si scarica su piante e talloni e c’è un impatto costante con il terreno, la bici non crea sollecitazioni sulle ginocchia, anzi le protegge, aiutando a rendere più forti i muscoli degli arti inferiori e dei muscoli dorsali. L’importante è scegliere la sella giusta e la posizione più confortevole.

Non è vero che danneggia la prostata

Spesso si sente dire che i ciclisti sviluppano problemi alla prostata, dovuti alla posizione prolungata sul sellino.
In realtà gli studi hanno dimostrato che non c’è nessuna correlazione tra la bici e i problemi alla prostata, anzi, la circolazione venosa attivata dal movimento può avere effetti positivi.

La bici è contro l’inquinamento

Oltre ai vantaggi per mente e corpo, la bicicletta è un mezzo ecologico, silenzioso, pulito e si può portare ovunque, permettendo, oltre che di recarsi al lavoro praticamente a costo zero, di raggiungere posti inaccessibili alle auto, come zone a traffico limitato, vicoli, ma anche sentieri da esplorare.

La sicurezza al primo posto

Pedalare bene vuol dire prestare attenzione alla sicurezza propria e di chi ci circonda.
È importante quindi indossare sempre il casco, a tutte le età, e dotarsi dei dispositivi previsti da Codice della Strada, come le luci e il giubbotto catarifrangente.
Il segreto per migliorare con costanza poi, risiede nella costanza e nell’aumento graduale di percorsi e difficoltà.



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.